logo_viaggi_memoria

I “Viaggi della Memoria” portano i nostri allievi di classi quarte e quinte in città europee e sui luoghi di memoria legati alla Seconda guerra mondiale, alla Shoah, alla Resistenza al fascismo e al nazismo, allo scopo di integrare con immagini e testimonianze la formazione storica, civile e umana dei nostri studenti.

Questi viaggi ci hanno portato in città come Zagabria, Cracovia, Budapest, luoghi come l’isola di Cefalonia, Auschwitz e Birkenau, dove sono stati assassinati cittadini di varie nazionalità e diverse culture.

Ma anche luoghi in cui si sono verificati episodi di solidarietà e salvataggio, i cui eroi silenziosi sono stati dichiarati “Giusti tra le nazioni”, l’onorificenza conferita da Yad Vashem, Memoriale ufficiale dello Stato di Israele a non-ebrei che, a rischio della propria e senza interesse personale, hanno salvato la vita anche di un solo ebreo durante la Shoah: le storie di Oskar Schindler e Tadeusz Pankiewicz a Cracovia, l'italiano Giorgio Perlasca a Budapest, “papà” Weidt a Berlino, dei giusti musulmani in Albania, e quelle di tanti altri, che hanno avuto il merito di salvare, oltre a delle vite, anche la dignità umana.

Viaggio a "Praga 2019" (video)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.